Lutto nel giornalismo, è morto Massimo Bellomo

Lutto nel giornalismo, è morto Massimo Bellomo

Lutto nel mondo del giornalismo palermitano: è morto, dopo una lunga malattia, Massimo Bellomo, addetto stampa dell'Azienda Ospedali riuniti Villa Sofia-Cervello di Palermo e tesoriere dell’Assostampa. A darne notizia, la famiglia attraverso un post pubblicato proprio sul profilo Facebook del giornalista, in cui si legge: «Papà ha lottato fino all'ultimo come un leone con tutte le forze, sostenuto dal nostro e dal vostro immenso amore. Va via sereno con noi sempre al suo fianco e con voi sempre costantemente presenti nel cuore. Maria Giovanna Diliberto, Daniele Bellomo e Marco Bellomo Ugdulena». Massimo Bellomo, 59 anni, da poco più di un anno lottava contro un tumore.
«Perdiamo un grande collega, una persona a modo, sempre garbata. Un galantuomo sempre a disposizione di tutti, una persona d’altri tempi» è il commento di Roberto Ginex, segretario regionale Assostampa e amico personale di Bellomo.
Per tanti anni Bellomo è stato addetto stampa alla Provincia di Palermo. Grandissimo appassionato di sport, negli anni ’90 aveva collaborato con il quotidiano La Sicilia scrivendo di pallanuoto e pallavolo.
«Ci eravamo sentiti tempo fa - ricorda Giulio Francese, presidente dell’Ordine dei giornalisti di Sicilia - Massimo era in partenza, doveva fare l’intervento. Non sapevo che stesse male: mi ha spiegato al telefono della malattia e delle tappe che lo attendevano lasciandomi sgomento e senza parole. Mi colpì in quella circostanza la sua serenità, la forza con cui affrontava quella prova difficile. Ma lui è stato sempre così, garbato, gentile, mai una parola sopra le righe. Una gran bella persona, che mancherà non solo ai suoi affetti più vicini ma anche a noi colleghi». L’Ordine dei giornalisti di Sicilia, nel ricordare con commozione Massimo, esprime sentite condoglianze alla famiglia.